fbpx

Attività formative

Attività formative

Accoglienza

L’accoglienza è un atteggiamento diffuso quotidiano che inizia all’ingresso a scuola, dove è presente il dirigente scolastico, continua nel cortile e nello studio scolastico dove, fin dalle 7.15, sono presenti educatori e insegnanti.

Consideriamo i percorsi di accoglienza delle classi prime come conoscenza reciproca e consapevolezza che la diversità è una risorsa per tutti e per ciascuno.

In quest’ottica si attuano le seguenti strategie:

  1. Si propone, prima della fine della scuola primaria, agli iscritti della classe prima, una mattinata a scuola perché possano conoscersi. Nel corso della mattina si svolgono anche dei test per rilevare le capacità logiche e di comprensione testuale di ciascuno e gli esiti sono utilizzati come punto di partenza per la creazione di classi eterogenee.
  2. Generalmente le classi prime, a settembre, iniziano le lezioni in anticipo rispetto alle altre classi per un incontro reciproco più significativo e tra Settembre e Ottobre inizia il percorso di conoscenza reciproca che continua nel corso dei tre anni sviluppandosi in modo diverso parallelamente alla crescita psico-fisica, cognitiva ed esperienziale dei ragazzi.

Orientamento

La nostra scuola intende l’orientamento come una “modalità educativa permanente”, un processo continuato in funzione dell’individualizzazione e del potenziamento delle capacità della persona in crescita. Si tratta perciò di un orientamento educativo, prima ancora che scolastico. Esso mira a portare l’individuo alla scoperta e alla realizzazione di sé stesso. In linea con questi presupporti, la nostra scuola si avvale della consulenza specialistica del Centro Salesiano di “Psicologia clinica ed educativa” (COSPES) che ha sede a Milano. Nelle classi prime si inizia con un incontro tra insegnanti per programmare le linee di intervento durante l’anno, si procede con l’analisi delle varie forme dei di bisogni educativi e profili di personalità e si progettano le scelte disciplinari e interdisciplinari che rispondono ai bisogni degli allievi. Nelle classi terze si sollecitano le conoscenze di sé, delle proprie passioni e la riflessione sul progetto di vita. Contemporaneamente si fanno conoscere agli allievi le tipologie di scuola secondaria si secondo grado e di Istruzione e Formazione Professionale; gli psicologi delle Cospes sottopongono gli alunni i test attitudinali e di interesse. Si passa poi alla conoscenza diretta della scuola secondaria di secondo grado attraverso stage organizzati presso le scuole superiori del nostro Istituto o di altri Istituti della provincia. Al tempo stesso si accompagnano i genitori nella riflessione educativa che proposte volte a focalizzare i ruoli della famiglia e della scuola nella decisione circa il futuro dei ragazzi. Il Consiglio di classe, tenuto conto degli interessi e delle attitudini maturate degli allievi durante i tre anni, e degli allievi durante i tre anni, e degli esiti psico-attitudinali, convoca le famiglie per condividere i risultati e consegnare il consiglio di orientamento.

Educazione socio-affettiva

Questo percorso si propone, attraverso vari incontri con docenti e psicologi formati il secondo il metodo Teen STAR, di fortificare l’identità attraverso il riconoscimento di sé stessi, di sviluppare la capacità di prendere decisioni, scoprendo nei comportamenti il valore della libertà e la consapevolezza della responsabilità, di riconoscere il dono della vita, e di accompagnare i giovani nella scoperta del fatto che la vocazione dell’uomo consiste nella donazione sincera di sé nell’amore e che la sessualità manifesta in essa il suo significato più profondo.

Promozione dell’arte e della cultura umanistica e lo sviluppo della creatività

Nella nostra scuola vengono proposte agli allievi uscite didattiche al complesso museale Santa Giulia e alle mostre che annualmente vengono organizzate a Palazzo Martinengo o in altri edifici storici di Brescia. Queste sono occasioni nelle quali è possibile vedere e apprezzare dal vero delle opere d’arte permettendo agli allievi di conoscere alcuni degli elementi del patrimonio culturale, artistico e ambientale nel nostro territorio e di comprenderne il valore.

 

Uno dei pilastri su cui si basa l’identità della scuola salesiana è la chiara e organica articolazione d’interventi esplicitamente evangelizzatori. La proposta educativo pastorale viene tradotta in esperienze e attività specifiche della tradizione salesiana:

Il “Buongiorno”: è il momento quotidiano di avvio della giornata scolastica, con un tempo iniziale di preghiera seguito da uno spazio di riflessione su tematiche ed esperienze educative, attualità o di carattere spirituale e cristiano. Tale momento comunitario si svolge nella sala-studio ed è tenuto di norma dai membri del Consiglio della Comunità Educativa Pastorale (direttore, catechista, coordinatore, vice-coordinatore e consigliere), con il coinvolgimento e la partecipazione anche degli insegnanti.

I ritiri spirituali: posti generalmente all’inizio dell’anno scolastico e nel tempo liturgico della Quaresima, costituiscono l’avvio del tema educativo e pastorale che guida la comunità educativa durante l’anno scolastico in corso e offrono la possibilità di risvegliare le dinamiche della fede in un tempo liturgico quale la Pasqua.

Le confessioni: a tutti gli studenti in modo particolare a ridosso dei tempi liturgici forti.

Le celebrazioni: si svolgono all’inizio dell’anno (insieme all’intera Opera Salesiana), nel periodo di Natale, in occasione della commemorazione liturgica di San Giovanni Bosco e al termine dell’anno scolastico.

L'offerta formativa arricchita

Le attività extrascolastiche che la nostra scuola propone sono facoltative, ma sono coerenti con il progetto formativo della scuola perché contribuiscono alla formazione umana del ragazzo come risulta dalle finalità generali. Si svolgono di norma al pomeriggio, esse sono:

  • Ricreazione
  • Studio assistito
  • Corsi di recupero/consolidamento
  • Lo “sportello di ascolto”
  • Corsi di preparazione alla certificazione nelle lingue straniere
  • Giornalino scolastico
  • Partecipazione agli eventi MGS (Movimento Giovanile Salesiano)
  • Campi scuola estivi