fbpx

Scuola secondaria di primo grado

Scuola Media Salesiana a Brescia

La Scuola Secondaria di Primo Grado “Don Umberto Pasini”, fa parte delle scuole dell’Istituto Salesiano “Don Bosco” di Brescia.
È situata nella zona sud della città, nel quartiere Don Bosco, che conta circa 7500 abitanti; si tratta di un’area prevalentemente residenziale con due grandi parchi, il parco Gallo e il parco Pescheto, nella quale il Comune sta molto investendo per progetti di riqualificazione. Accoglie un bacino di utenza molto vasto, di cui il 55% proveniente da territorio extraurbano. In particolare, 26% degli alunni proviene comuni dell’hinterland.

La scuola, presente nel territorio di Brescia dal 1998, è scuola paritaria, con Decreto Ministeriale n. 981 del 15/01/2002, di ispirazione cattolica e salesiana, facente parte del Sistema nazionale di istruzione. Come tale essa svolge un servizio pubblico e contribuisce alla realizzazione delle finalità di educazione e istruzione che la Costituzione assegna alla scuola, rilasciando, al pari delle scuole statali, titoli di studio aventi valore legale. La nostra scuola si qualifica sul territorio perché accompagniamo i ragazzi e siamo attenti alla loro formazione integrale.

In particolare abbiamo cura di alcuni aspetti fondamentali:

  • Accoglienza: crea le condizioni (autostima) per fare emergere il meglio delle potenzialità di ciascun ragazzo in un clima di famiglia.
  • Studio accompagnato: le richieste didattiche sono adeguate alla situazione di partenza di ciascuno e il comportamento è la condizione fondamentale per qualsiasi percorso educativo.
  • Formazione della vita cristiana: la dimensione spirituale esplicita l’apertura a Dio, intesa come elemento fondamentale per qualsiasi percorso educativo.
  • Organizzazione: la scuola si avvale di un’organizzazione costantemente aggiornata e in grado di affrontare le sfide società moderna.
La Scuola Salesiana rende attuale il metodo educativo di Don Bosco, il Sistema Preventivo che pone al centro della propria azione la cura del singolo ragazzo, la vicinanza, la presenza e l’accompagnamento formativo nelle diverse fasi del suo cammino di crescita.

L’identità della Scuola Salesiana

La scuola assume le finalità educative, i profili di competenza e gli obiettivi di apprendimento definiti a livello nazionale dal Profilo delle Competenze al termine del primo ciclo di istruzione, per la scuola secondaria di I grado, e li interpreta in armonia con gli elementi fondamentali del progetto Educativo.

È una scuola interessata alla crescita integrale della persona in tutte le sue dimensioni – culturale, espressiva, affettiva, sociale, fisico corporea, spirituale e religiosa -, che orienta, a questa finalità generale, l’impegno di tutte le figure educative, chiamate a portare il proprio contributo attivo alla promozione del successo formativo. Gli interventi formativi vengono adatti alla fase di crescita che sta interessando il singolo allievo, tenendo conto del precorso già compiuto e focalizzando gli interventi sulle sue esigenze.

È una scuola presente sul territorio e attenta al futuro, ai nuovi bisogni emergenti alle tendenze in atto nella società attuale; essa affianca alla costruzione della persona, l’impegno di una valida preparazione culturale, un solido quadro di lavori, l’acquisizione delle competenze necessarie per affrontare con successo la vita nella società e la ricerca continua di soluzioni innovative capaci di rivitalizzare continuamente la tradizione.

È una scuola in cui si impara a vivere, al passo con i tempi e attenta al singolo, capace di orientare verso scelte libere e responsabili; è una Scuola che vive l’apprendimento come il futuro dell’esperienza maturata all’interno di una rete di occasioni formative che considera l’accoglienza, l’incontro e l’accompagnamento attuati nelle scelte curricolari, didattiche e organizzative, strumenti privilegiati per raggiungere questa finalità.

Persone di riferimento per il ragazzo e la sua famiglia

Nella Scuola Salesiana alcune figure educative incontrano e accompagnano il ragazzo nel suo percorso formativo e costituiscono un riferimento affidabile anche per la sua famiglia.

Il direttore
È responsabile della gestione complessiva della scuola e dell’indirizzo educativo.


Il coordinatore delle attività educative e didattiche
Cura l’organizzazione e l’animazione della scuola e l’attuazione del progetto educativo-didattico.


Il vice-coordinatore delle attività educative e didattiche
Coadiuva e rappresenta il coordinatore nella cura dell’organizzazione e dell’animazione della scuola e dell’attuazione del progetto educativo-didattico.


Il consigliere scolastico
Ha il compito di creare un clima sociale positivo, di seguire il percorso scolastico e formativo degli allievi, di favorire il dialogo con le famiglie.


Il catechista
Accompagna il ragazzo nello sviluppo armonico di tutte le dimensioni della persona coordinando le esperienze di ambito spirituale e religioso previste la progetto educativo.


Il coordinatore di classe
È il riferimento per le situazioni scolastiche quotidiane e cura i rapporti tra studenti, docenti della classe, famiglie e coordinatore delle attività educative e didattiche.


Gli insegnanti
Gli insegnanti costituiscono una risorsa fondamentale per la realizzazione di un ambiente scolastico positivo e favorevole al produttivo svolgimento delle attività educative e didattiche. Caratteristica fondamentale degli educatori, che Don Bosco definisce “Maestri in cattedra e fratelli in cortile”, è quella di essere persone disponibili a stare con i giovani, capaci di farsi carico dei loro problemi. I docenti della Scuola Secondaria di I grado “Don Umberto Pasini”, religiosi e laici, in forza dal Battesimo, divengono soggetti di testimonianza cristiana.