fbpx

OPEN DAY: LA SCUOLA DON BOSCO SI PRESENTA ALLE FAMIGLIE

Progetto senza titolo

Riportiamo un resoconto dei nostri Open Day, realizzato nel contesto del laboratorio informatico Digital Web, animato dalle nostre seconde medie. Gli Open Day di quest’anno sono stati molto belli e premiati da numerose visite di giovani con le loro famiglie. rileggiamo questo articolo come un bel ricordo dell’avventura passata insieme.

***

L’11 dicembre la nostra scuola ha accolto le famiglie negli ambienti che caratterizzano l’Istituto, attraverso un ingresso su prenotazione nelle diverse fasce orarie messe a disposizione per garantire il rispetto delle norme antiCovid.

Ad accoglierle, gli insegnanti e gli studenti delle classi terze medie… ma eravamo presenti anche noi del Digital Web, operativi per raccogliere materiale e realizzare video!

Come già in occasione dello scorso Open Day, i ragazzi sono stati i veri protagonisti dell’evento, in prima linea nel presentare la vita scolastica del nostro Istituto. Oltre a far conoscere gli ambienti alle famiglie, i nostri compagni si sono impegnati a trasmettere – attraverso la propria testimonianza – i valori sui quali si fonda la scuola: una realtà in cui la crescita umana della persona e l’apprendimento si fondono, proponendo attività volte a stimolare la curiosità e lo spirito d’iniziativa degli studenti. 

Sono state pertanto allestite tre “fastroom”, stanze dedicate alla presentazione di alcuni progetti realizzati nel corso di questi primi mesi di scuola dalle classi terze: lavori e materiali di scienze, di letteratura, di tecnologia, di arte e di storia.

Su un tavolo spiccano le carte da gioco della Divina Commedia, ispirate a quelle di Yu-Gi-Oh, un Indovina Chi a tema storico-letterario, diversi modellini di cellule per un progetto di scienze e il Bosco verticale per la materia di tecnologia.

A catturare l’attenzione sono stati anche i video realizzati da alcuni nostri compagni che, calandosi nei panni del poeta Giacomo Leopardi, hanno trasformato la siepe del proprio giardino o la collinetta del bosco vicino nel famoso colle dell’Infinito, accompagnando la scena con la recitazione della poesia.

O ancora, partendo da celebri dipinti che ritraggono Napoleone, i ragazzi – tramite un apposito programma che realizza dei finti post di Instagram – hanno immaginato un vivace e ironico scambio di hashtag tra il personaggio storico e Ugo Foscolo.

Un occhio di riguardo è stato dedicato anche alla sensibilizzazione sui temi del bullismo e cyberbullismo: in una classe è stata volutamente creata un’atmosfera cupa e di oppressione, con sedie capovolte sui banchi come fossero spine, assenza di luce e immagini caleidoscopiche proiettate sulle nostre lavagne Promethean. Al centro della stanza, i lavori dei ragazzi hanno raccontato, con forte sensibilità, le diverse facce del bullismo: su alcuni fogli compaiono mostri che intimoriscono i ragazzi, parole che pungono, figure che simboleggiano le insicurezze, maschere che nascondono il vero volto – fragile – del bullo.

Anche noi del Digital Web abbiamo contribuito, attraverso la raccolta di dati e interviste alle famiglie, a documentare questo evento e colto l’opportunità per far conoscere la nostra realtà appena nata. Se vi siete persi questo incontro, venite a conoscere la nostra scuola in occasione del prossimo Open Night, che si terrà venerdì 14 gennaio, dalle ore 17 alle ore 21.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Matteo Aliprandi

Agata Baldoni Riggio

Viola Piantoni

Vittoria Signorini

Sofia Suardi

Post Correlati