fbpx

Scuola Media Don Bosco di Brescia “Non solo didattica on-line”

Mai nella storia c’è stato un periodo in cui la Scuola sia stata obbligata a reinventarsi totalmente da un giorno all’altro, ma il nostro Istituto ha cercato di mantenere vivi i legami e di accorciare le distanze nel rispetto della convinzione che “oltre la Scuola c’è di più”: le persone con i propri affetti e riferimenti. Ed è proprio da qui che è nata l’idea di offrire, oltre ad una DAD completa e ben strutturata, delle esperienze virtuali che potessero farci viaggiare, condividendo il piacere di una nuova scoperta, pur restando comodamente seduti sul nostro divano di casa.

Quale migliore esperienza che tornare indietro nel tempo esplorando il Castello di Gropparello, tra ponti levatoi, merlature, torri, cucine e…fantasmi? Questa iniziativa dedicata alle nostre Classi Prime, realizzata in collaborazione con l’Ente amministratore del Castello di Gropparello e con il supporto degli insegnanti di Storia, ha dato la possibilità ai nostri ragazzi di esplorare luoghi nascosti, ammirando antichi strumenti musicali, elementi artistici e architettonici unici, e ponendo infinite domande all’esperta guida che, in diretta, ci ha accompagnato alla scoperta delle bellezze del castello.

Ma questo non ci è bastato: visto il grande successo, perché non puntare ancora più in alto? Prende così vita il progetto “Firenze, la città del Rinascimento” dedicato alle Classi Seconde e creato totalmente dalla nostra scuola fondendo competenze digitali, tecnologiche e artistiche. Grazie ad un mix di tecnologie – video in realtà virtuale, ipervisioni, web meeting live, street view, ecc. – i ragazzi hanno potuto esplorare, nella nostra prima gita online, le meraviglie di Santa Maria del Fiore, del Battistero di San Giovanni, di Santa Maria Novella, del  Ponte Vecchio e del Corridoio Vasariano, del Palazzo Vecchio con il Salone dei Cinquecento, di Piazza della Signoria e degli Uffizi, accompagnati dal coinvolgente racconto e dall’esperienza della Prof.ssa di storia dell’arte Lucia Seghezzi.

È difficile racchiudere in poche battute la soddisfazione dei nostri ragazzi: in attesa delle prossime esperienze culturali, possiamo orgogliosamente dire che anche nella difficile situazione di emergenza, la nostra scuola non si è mai fermata. Non vi resta che attendere di vivere le prossime esperienze insieme a noi!